Tu sei qui: Home / Media / Cinema / Silvio Soldini - Pane e tulipani / Silvio Soldini: biografia

Silvio Soldini: biografia

logoint.gif    

 

italica_152x26.gif

 

Biografia di Soldini Silvio

Milanese, classe 1958, si iscrive all’Università, facoltà di Scienze politiche: a 21 anni abbandona definitivamente e si reca a New York per frequentare un corso di cinema.
Dopo aver realizzato alcuni cortometraggi (tra cui "Drimage"), torna a Milano per girare nel 1983 "Paesaggio con figure", suo primo mediometraggio a soggetto ed in 16mm, presentato a vari festival, tra cui Locarno e Bellaria.
Nel 1985, comincia la sua attività in campo documentaristico con "Voci celate"; nello stesso anno, egli firma pure il bel ritratto femminile di "Giulia in ottobre", mediometraggio che ottiene il primo premio a Bellaria.
Con "L’aria serena dell’ovest" (1989), Soldini debutta nel lungometraggio: il film, a Locarno nella selezione ufficiale, si fregia di importanti allori in svariate mostre cinematografiche internazionali.
Nel 1993 il successo si ripete con "Un’anima divisa in due", presentato in concorso a Venezia, ove il protagonista Fabrizio Bentivoglio si aggiudica la Coppa Volpi quale miglior attore protagonista: mentre è del 1997 "Le acrobate", anch’esso insignito di prestigiosi riconoscimenti ed in competizione a Locarno.
Nel 2000 realizza "Pane e tulipani", che gli frutta ampi consensi da parte del pubblico oltre al consueto plauso della critica: venduto in tutto il mondo, il film vince 9 David di Donatello e 5 Nastri d'Argento. E' del 2001 "Brucio nel vento", in concorso per l'Italia al Festival del Cinema di Berlino.





 
 
 

Italica è una produzione Rai International. I materiali raccolti in questo sito sono protetti da copyright e sono presenti esclusivamente per motivi didattici